Cremona: Il Battistero

Pubblicato il da ricarolricecitocororo - il mio canto libero

Cremona: Il Battistero

Questo Battistero, ora non più adibito al culto, è un monumento di estremo interesse situato nella cornice della famosa piazza del Duomo di Cremona.

Un struttura a pianta ottagonale dona a questo edifico una particolarità originale.
Dal punto di vista teologico gli otto lati rimandano all’ottavo giorno, il primo dopo il sabato, giorno della risurrezione e quindi collegato anche al Battesimo con il significato di vita nuova.

Il suo stile è un romanico che si fonde con il gotico lombardo. La sua edificazione risale al 1167, però nel 1553 avviene un restauro integrativo con la copertura in marmo simile a quella della cattedrale, in modo da creare armonia e simbiosi con l’attiguo Duomo.

Mi ha sempre colpito lo stretto passaggio tra queste due costruzioni, un piccolo corridoio che si inserisce in mezzo a due colossi che ti fa sentire piccolo.
Il Battistero, infatti, con la sua mole e architettura, i due leoni all’ingresso del protiro, a mio parere, assume una dimensione imponente e grandiosa.

All’interno sempre databile al periodo del 500’ è il fonte battesimale in marmo, una grande vasca in cui veniva benedetta l’acqua per i battesimi.
L’altare di San Giovanni, a cui è dedicato il tempio, è caratterizzato da un antico crocifisso del 300’.

Questo monumento, non più usato per i battesimi, è diventato oggi una piccola pinacoteca visitabile con una quota di ingresso e con degli orari.

L’impressione che mi dà il Battistero di Cremona è di una struttura armoniosa, solare che, secondo l’intenzione dei suoi realizzatori, voleva accogliere i fedeli come il battesimo accoglie i neofiti nella chiesa.

A mio avviso, questa costruzione trasmette una simbologia di accoglienza, di benvenuto, di ospitalità che realmente si percepisce entrando in queste mura.

Il battistero è, inoltre, ben inserito nel contesto della piazza e dona, a mio parere, un senso di completezza, di consonanza e simmetria con gli altri monumenti che qui si affacciano.

Con tag Bella Italia

Commenta il post