Alla finestra la speranza - Antonio Bello

Pubblicato il da ricarolricecitocororo - il mio canto libero

Lettere di un Vescovo che arrivano al cuore.
Una difesa strenua degli ultimi della terra.
Troppo dimenticati e umiliati...

"A Gesù che nasce" è una di queste suggestive lettere.

... Ricordati dei ragazzi dell'Istituto *** che non andranno a casa perché nessuno li vuole.
Ricordati della famiglia *** che abita in via ***, a Molfetta, e sono otto in una stanza senza luce. Ricordati dei quattro vecchietti che dormono nelle celle di un ex convento a Ruvo, col cartone al posto dei vetri alla finestra.
Ricordati di Giovanni che si droga e ogni tanto mi telefona di notte per dirmi che sta male.
Ricordati di Antonella lasciata dal marito.
Ricordati di tutti i poveri e gli infelici, i cui nomi hanno trovato accoglienza sterile sulla mia agenda, ma non ancora nel mio impegno di vescovo, chiamato a presiedere la carità.
Ricordati, Signore,di chi ha tutto e non sa che farsene: perché gli manchi tu.
Buon Natale, fratello mio Gesù che, oltre a vivere e regnare per tutti i secoli dei secoli, muori e sei disprezzato, minuto per minuto, su tutta la faccia della terra, nella vita sfigurata degli ultimi.

 

Con tag Libri

Commenta il post