LATIN BEATS: a tribute to TITO PUENTE

Pubblicato il da ricarolricecitocororo - il mio canto libero

LATIN BEATS: a tribute to TITO PUENTE

Latin Beats, realizzato da artisti vari, è un album di genere latin Jazz e include molti stili come: Afro-Cuban Jazz,
Cuban Jazz, Cuban Traditions, Latin Big Band, Latin Jazz, Mambo, Salsa, Tropical e World Fusion.


Track Listing
1 Hotel Alyssa-Soussie, Tunisia - Sabu Martin 5:57
2 Tito's Odyssey - Tito Puente 5:42
3 Om Mani Padme Hum di Francy Boland - Sahib Shihab 5:42
4 Rompe Cocorico - Juan Pablo Torres 4:20
5 Nervous Track "Little" Louie Vega - Nuyorican Soul 6:26
6 Llegada Juan Formell - Los Van Van 2:06
7 Watu Wasuri - Tito Puente 3:21
8 Land of Love Louie Ramirez 5:06
9 Coccinando Ray Barretto 2:14
10 Jive Samba Nat Adderley Jack Costanzo / Gerry Woo 4:32
11 Llegué Llegué/Guararey de Pastoria Juan Formell - Los Van Van 4:38
12 Black Brother Tito Puente 4:19
13 Hit the Bongo Tito Puente 3:36
14 Tighten Up Archie Bell Al Escobar 2:48
15 Soul Drummers Ray Barretto 3:49
16 110th St. and 5th Ave. Noro Morales - Tito Puente 2:44
17 Oye Como Va - Tito Puente 7:27
18 Babarabatiri Antar Daly Beny Moré 2:36

Impressioni
Siamo di fronte ad una strepitosa raccolta che vuole rendere onore a Tito Puente.
Tito Puente, per la sua calda maniera di interpretare la musica, i suoi numerosi tour e la presenza nei mass media mondiali, è stato il simbolo più amato del Jazz latino.
Oltre a questo, Puente riuscito a mantenere la sua musica straordinariamente fresca nel corso dei decenni.
Come grande virtuoso nelle percussioni e timballi, ha unito la padronanza su ogni sfumatura ritmica con spettacolarità del vecchio stile e la dinamicità di assoli d'avanguardia.
Siamo di fronte ad un musicista di eccellente formazione, infatti è stato anche un vibrafonista lirico, un arrangiatore di talento e ha suonato, con maestria, oltre ai timballi, piano, congas, bongos e sassofono.
Il suo successo e la sua fama continuano ancora oggi ad attraversare tutte le età e i gruppi etnici.
Aiutato, in questo, senza dubbio, dal suo best-seller "Oye Como Va", portato alle stelle da Santana, da numerose apparizioni su The Cosby Show nel 1980 e dal film "Il re del mambo" del 1992.
La sua marca di salsa classica è generalmente priva di contaminazioni e irradia una gioiosa atmosfera di festa allegra e ballabile.
La sua famiglia portoricana gli ha dato l'impostazione musicale.
All'età di 13 anni, ha iniziato a lavorare nella big band di Ramon Olivero come batterista, e in seguito ha studiato composizione, orchestrazione e pianoforte alla Juilliard e la New York School of Music.
La sua carriera cominciò con la banda di Jose Curbelo nel dicembre del 1939.
Nel dicembre del 1942 entra a far parte dell'Orchestra di Machito, di cui ha subito la potente influenza, e di Billy Strayhorn
E' stato poi percussionista per i Jack Cole dancers.
Nel 1979 ha vinto il 1° Grammy Award per l'album Homenaje a Beny.
Altri premi: 1983 On Broadway, 1985 Mambo Diabro, 1985 Gosa Mi Timbal, 2000 Mambo Birdland.
Ha inoltre ricevuto la medaglia Smithsoniana del bicentenario.
Nel 1997 è stato omaggiato dal presidente statunitense Bill Clinton.
Pochi mesi dopo aver accettato il suo quinto Grammy Award, è morto a New York nel 2000.
L'album Latin Beats: A Tribute to Tito Puente è un eccellente collezione di brani ispirati alla musica fine di Tito Puente , un disco che ha dovuto cambiare tristemente i piani originali per la morte di Tito proprio in quell'anno 2000.
Tuttavia, i ritmi latini espressi dalla vitalità musicale lasciata dal "Re del Mambo / El Rey" Puente rimangono nei vari musicisti che sono stati colpiti dal suo stile di musica allettante e composizioni particolari.
Mr. Bongo, l'etichetta brasiliana / Latin con sede nel Regno Unito, fa una deliziosa dedizione con 18 tracce frizzante, piena di percussioni salsa tinto al grande Tito.
Il brano di Sabu Martinez "hotel Alyssa Soussie" è un apri album di fuoco e un trendsetter definitivo, con i suoi fragorosi cembali e tamburi inebrianti.
Le corna e i fiati cubani sono vivaci su 'Rompe Cocorico' di Juan Pablo Torres.
Lo stile alla Beny More in chiave moderna si coglie su "Babarabatiri" di Antar Daly, un brano adeguatamente commovente.
Il clou del disco si avverte però proprio con Puente su "Tito's Odyssey" e "Hit the Bongo" che legano tutto insieme.
Latin Beats è una raccolta di qualità, molto adatta per tutte le età in modo che ogni ascoltatore può cogliere e comprendere il grande talento di Tito Puente.

Commenta il post