Omara Portuondo y Chucho Valdés: Desafios

Pubblicato il da ricarolricecitocororo - il mio canto libero

Omara Portuondo y Chucho Valdés: Desafios

L'album Desafios, realizzato dalla cantante Omara Portuondo accompagnata al piano da Chucho Valdes, è uscito nel 1998 per la Casa discografica Nube Negra (Spain) Intuition.


Titoli
1.: Qué Te Pedí - Valdes, Chucho
2.: Indestructible - Valdes, Chucho
3.: Si Te Contara - Valdes, Chucho
4.: Cenizas - Valdes, Chucho
5.: Lo Que Me Queda por Vivir - Valdes, Chucho
6.: Danza Ñáñiga - Valdes, Chucho
7.: Sálvame - Valdes, Chucho
8.: Mi Mejor Cancion - Valdes, Chucho
9.: La Montaña - Valdes, Chucho
10.: Como un Milagro - Valdes, Chucho
11.: No Puedo Ser Feliz - Valdes, Chucho
12.: Nieblas del Riachuelo - Valdes, Chucho
13.: En Nosotros - Valdes, Chucho

Impressioni
Omara e Chucho due giganti della musica cubana sono insieme in questo album per esprimere al meglio le sonorità dell'isola.
I brani a firma di Chucho e di altri autori cubani sono interpretati dalla voce stupenda e intensa di Omara Portuondo.
Si tratta di pezzi superbi con voce e pianoforte, dalla prima all'ultima note si avverte la grandezza e la completa padronanza di voce e strumento di due leggende della musica cubana.
Individualmente, il genio Valdés porta al suo strumento la parte più sentita e drammatica del blues, mentre l' intonazione perfetta di Omara regala splendide emozioni.
Insieme questi due strepitosi artisti realkizzano un incontro magico con una alchimia perfetta.
I brani ci propongono una varietà di temi scritti da compositori cubani mai pubblicati.
I pezzi consentono a Chucho e Omara una spontaneità rara e una libertà da strutture ritmiche che fanno emanare una musica autentica e non confezionata.
Ci sono canzoni d'amore, di rimpianto, di pieno blues, che fanno risaltare lo spirito indomito del popolo cubano.
Abbiamo brani che anelano all'amore e alla libertà, da sottolineare in particolare la stupenda e struggente ballata "No Puedo Ser Feliz".
Questo simpatico abbinamento di artisti e amici è un' esplosione di musica raffinata e suggestiva.
Valdés utilizza, con il suo pianoforte, una serie di inflessioni jazz, di riferimenti classici e melodie popolari.
Portuondo è mai scontata e banale, ma sempre forte nel cantare.
Riesce a comunicare il turbamento dell'amore e le forti emozioni che, anche se non si comprendono le parole,arrivano al cuore.
Il significato delle performance è inequivocabile e raggiunge l'ascoltatore coinvolgendolo con passione.
La registrazione ottima regala a tutto il mondo le ricche tradizioni della cultura afro-cubana folcloristica con l'influenza del Jazz latino.

Commenta il post