Lecuona Cuban Boys: Cuba y sus Mambos

Pubblicato il da ricarolricecitocororo - il mio canto libero

Lecuona Cuban Boys: Cuba y sus Mambos

I Lecuona Cuban Boys sono stati i principali artefici della diffusione della musica cubana negli Stati Uniti d'America dove diventarono negli anni 30 e 40 il gruppo cubano più famoso.
L'album Cuba y sus Mambos, testimonia il loro grande talento e la bellezza della loro musica

Titoli dell'album
Carnaval del Uruguay
Rumba Azul
La Culebra
Rumba Colorá
Anabacoa
Mambo # 8
Son los Lecuona
Rumba Tambah
Para Decirte Adios
Rumba Blanca
Conga de Jaruco
Usted


Impressioni
L'album Cuba Y Sus Mambos dei Lecuona Cuban Boys, pubblicato nel 2000, dalla casa discografica ANS, esprime il meglio dell'epoca d'oro della musica cubana.
La band, una di quelle che ha fatto la storia della musica dell'isola, è nata nel 1931 come Orquesta Encanto.
Nel 1934 con il grande pianista Armando Orefiche, che entra nel gruppo con un ruolo di protagonista, la band prende il nome di Ernesto Lecuona con la possibilità così di utilizzare le composizioni del grande maestro cubano Lecuona.
I Lecuona Cuban Boys erano eccezionalmente forti negli arrangiamenti e nelle qualità strumentali (la maggior parte degli elementi del gruppo suonava due o tre strumenti).
Il loro unico punto debole era la mancanza di un cantante cubano davvero di prim'ordine, ma che non era così importante come potrebbe sembrare, perché il loro pubblico era vario e abbracciava Stati Uniti e l'Europa.
Alcuni delle loro voci potevano inoltre cantare tranquillamente in inglese e molti dei loro numeri erano strumentali.
La band ha suonato l'intera gamma della musica popolare cubana, ma la loro specialità erano la Conga e i Mambo.
Anche se si attribuisce ad Eliseo Grenet la prima composizione di una Conga nello stile di ballo da sala, è stato però certamente il gruppo dei Lecuona Cuba Boys, nei suoi tour per il mondo, ha renderla famosa.
Lecuona Cuban Boys è stata quindi la prima band ad utilizzare insieme conga e batteria nelle loro esecuzioni.
All'inizio la band i si è organizzata come un collettivo, ma in pratica Armando Orefiche (compositore, arrangiatore, pianista) era il leader.
Altri membri della band erano:
Ernesto 'Jaruco' Vázquez (trombettista, chitarrista, compositore, arrangiatore);
Adalberto 'Chiquito' Orefiche (sax tenore e bongo);
Agustin Bruguera (timbales, conga, voce);
Gerardo Bruguera (sax tenore e clarinetto);
Jesús Bertomeu (trombone);
Jorge Domínguez (sax alto, clarinetto, violino);
Daniel González (sax alto, clarinetto, violino);
Guillermo Hernández (chitarra, tumba, guiro, maracas);
Enrique López Rivero (tromba) 1932 - 34;
Alberto Rabagliati (voce) grande cantante italiano che partecipò alla band negli anni 30.
Nel 1947 Bob (Irv) Mesher entra nel gruppo, dopo una breve esperienza con Tito Puente, Tito Rodriguez e Pupi Campo.
Irv assume poi la direzione quando Jaruco Vazquez lascia la band.
Il gruppo esegue tour in tutto il mondo: Stati Uniti, America Latina ed Europa.
Quando scoppia la seconda guerra mondiale, la band va in America Latina e dove continua la sua attività musicale.
Dopo la seconda guerra mondiale ci fu una disputa all'interno della band che si conclude con una scissione.
Armando Orefiche lascia il gruppo con alcuni membri e fonda gli Havana Cuban Boys.
Gli altri elementi rimangono con il vecchio nome a New York fino al 1960.
Poi i Lecuona Cuban Boys continuano a girare e fare spettacoli fino al 1975, la data del loro ritiro.
I primi sei brani del disco vedono come protagonista Armando Orefiche, pianista e leader del gruppo negli anni d'oro della band.
Le musiche ci immergono nel classico mambo cubano con le sonorità tipiche degli anni quaranta.
Sembra di entrare in un mondo musicale di grande fascino con la musica della Big Band estremamente vivace,
Si tratta di una musica che, per quegli anni, entrava per la prima volta nei locali e nelle sale da ballo regalando un sound frizzante e divertente tipico della cultura cubana.
Il disco è quindi un tributo di ottima qualità agli stili del mambo e della rumba che hanno vissuto negli anni quaranta un successo straordinario.
Tutti i dodici brani sono di grande intensità e anche quelli cantati fanno emergere delle splendide voci.
Nel complesso, a mio avviso, siamo di fronte ad un disco di grande interesse che ci riporta al periodo d'oro della musica cubana.
L'album si può scaricare su iTunes, come ho fatto io, ed ascoltarselo comodamente assaporando tutte le stupende sonorità.

Commenta il post