Qohelet

Pubblicato il da ricarolricecitocororo - il mio canto libero

4783719850_edba03116a.jpg

Voglio soffermarmi su un grande libro della Bibbia, che da sempre ha accompagnato la storia di tutta l'umanità, di credenti e non credenti.
Chi non conosce la frase celeberrima:
"Vanità delle vanità tutto è vanità ...."
è senza dubbio uno dei libri più affascinanti della Bibbia. Negli ultimi tempi il mondo dell'editoria sembra aver riscoperto questo straordinario testo e continua la ricerca per rendere nella traduzione la forza del testo ebraico.

I 222 versetti, suddivisi in 12 capitoli, del libro biblico di Qohelet - L'Ecclesiaste, il "Presidente d'Assemblea" - costituiscono il testo più originale e "scandaloso" dell'Antico Testamento.
Non è di facile interpretazione e ha avuto commenti e pareri molto discordi.
Fin dalla celebre espressione "Havel hanvalîm ...", "vanitas vanitatum", "un immenso vuoto, tutto è vuoto!"(1,2; 12,8), il respiro poetico e religioso del testo è troppo indipendente e provocatorio e, a mio parere, non può essere ridotto a interpretazioni spiritualistiche o ascetiche, o a semplici riflessioni sulla gioia e la fatica di vivere.
E' rimasto nel canone ebraico e in quello cristiano come una "pietra d'inciampo" qualcosa di difficile spiegazione.

"Per ogni cosa c'è il suo momento,
il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo.
C'è un tempo per nascere e un tempo per morire,
un tempo per piantare e un tempo per sradicare le piante.
Un tempo per uccidere e un tempo per guarire,
un tempo per demolire e un tempo per costruire.
Un tempo per piangere e un tempo per ridere,
un tempo per gemere e un tempo per ballare.
Un tempo per gettare sassi e un tempo per raccoglierli,
un tempo per abbracciare e un tempo per astenersi dagli abbracci.
Un tempo per cercare e un tempo per perdere,
un tempo per serbare e un tempo per buttar via.
Un tempo per stracciare e un tempo per cucire,
un tempo per tacere e un tempo per parlare.
Un tempo per amare e un tempo per odiare,
un tempo per la guerra e un tempo per la pace".
Qohelet (3, 1-8)

Per me questa riflessione è utile per ricordare la varietà delle vicende umane, il mutare degli scenari della storia e per indicare che per tutte le cose c'è un tempo adatto, che occorre saper individuare con saggezza.
Interessante è la frase: "C'è un tempo per tacere e un tempo per parlare."
E' il tema della parola e del silenzio. Parlare quindi per esprimere sapienza, saggezza e tacere quando non trovi un interlocutore disponibile ...
Ancora:
"Molto dolore s'accompagna a una grande sapienza
perciò chi acquista la sapienza aumenta le proprie pene.
Chi sa tante cose ha molti fastidi
chi ha una grande esperienza ha molte delusioni ..."
Qohelet 1, 18

Questa straordinaria e sconcertante riflessione di Qohelet, spinge, secondo me, l'uomo moderno, con incredibile attualità, a porsi domande radicali senza compromessi circa il senso della vita e della morte, dell'amore e del dolore, della ricchezza e del piacere.
Rimane però la sua non semplice comprensione, per cui accostandoci , di primo acchito, a questo testo possiamo rimanere un po' frastornati. Perché è difficile trovare un filo conduttore, infatti lo possiamo definire come un quaderno di appunti di un sapiente.
Inoltre lascia aperti tanti interrogativi, l'ho trovato il libro biblico più dubbioso che sia stato scritto. Infatti proprio in ogni uomo, c'è il credente e il non credente, e non solo il credente ha diritto a una parola su misura.
La bellezza e la ricchezza di questo testo sta, secondo me, nel ricercare, nelle varie frasi che si susseguono, il respiro di una profonda meditazione.
E', a mio avviso, il libro più sconvolgente, capolavoro letterario dell'Antico Testamento, che ancora oggi affascina la riflessione degli uomini liberi.

 

 

Con tag Bibbia, Libri

Commenta il post

Letizia 11/27/2011 22:00

"Un tempo per cercare un tempo per perdere"
Grazie per il bellissimo articolo.

Monica C. 11/23/2011 23:28

Il mio articolo di prova su wikio expert era proprio sulla Bibbia e sul popolo ebraico. Era di tre mesi fa... da allora sto scrivendo a tappe molti articoli sull'argomento e i singoli libri della
Bibbia saranno la parte finale del mio percorso. Quindi molto interesse da parte mia per questo argomento