Abbazia di Pomposa

Pubblicato il da ricarolricecitocororo - il mio canto libero

3318903254_d5d5963471.jpgUna abbazia che sorge isolata nella campagna ferrarese.
E’ un complesso che risale al VI secolo di grande valore storico e artistico.
Fu tenuta dai monaci Benedettini che, nell’alto medioevo, fecero un opera di bonifica della zona circostante.

Il complesso ha visto passare personaggi illustri del medioevo, che qui soggiornarono, come Federico Barbarossa, Dante Alighieri, Ottone Secondo, San Pier Damiani.
A motivo della malaria che imperversava nel XVI secolo i monaci si trasferirono a Ferrara. Con la venuta dei francesi nel 1802 l’abbazia fu soppressa e in seguito divenne una fattoria di proprietà privata dei Conti Guiccioli.

Ritornò ai Benedettini all’inizio del XX secolo e oggi è parrocchia che dipende dalla Diocesi di Ferrara.


La chiesa è tardo medievale, di grande effetto la facciata, mi ha dato un impressione di soavità e di pace in un contesto di grande armonia.

Entrando in chiesa ci si trova dinanzi a una struttura a tre navate, con affreschi antichi del trecento sotto cui affiorano anche altri precedenti di età carolingia.

Mi ha colpito molto l’abside con gli affreschi raffiguranti Cristo in maestà e le storie di San Eustachio realizzati da Vitale da Bologna nel XIV secolo.

Ho trovato anche molto interessante il pavimento in mosaico del XI secolo.


Un'altra cosa che mi ha impressionato positivamente è il campanile che svetta alto nel cielo per 48 metri, una opera di prestigio in forme lombarde con fregi in cotto, caratteristica la sua divisione in nove ordini di cornici di archetti con monofore, bifore, trifore e quadrifore.

 

Il Monastero è a destra della Chiesa e comprende: il chiostro del XIV secolo; la sala capitolare, con affreschi giotteschi; il refettorio con affreschi di scuola riminese del XIV secolo.
E' pure interessante il museo dove sono raccolti alcuni reperti dell'Abbazia.

Sul lato opposto del piazzale sorge il palazzo della Ragione del XI secolo, con un portico al piano inferiore e una loggia con arcate a tutto sesto.

E’ un complesso di grande intensità religiosa e anche attivo dal punto di vista culturale e artistico si svolgono, infatti concerti di musica classica e mostre d'arte.

Per me è un centro religioso molto significativo dal punto di vista storico, è una visita che mi ha fatto immergere nel pieno medioevo, è, a mio avviso, un luogo imperdibile per una conoscenza della nostro passato. 

 

 

Con tag Bella Italia

Commenta il post