IL GOBBO di NOTRE DAME II

Pubblicato il da ricarolricecitocororo - il mio canto libero

Il Gobbo di Notre Dame II, uscito nel 2002 sotto la direzione di Bradley Rayond, è il sequel del classico Disney del 1996.

La vicenda
La storia ripercorre la vita di Quasimodo, il Gobbo di Notre Dame, che con tutti i suoi amici si ritrova in una emozionante corsa contro il tempo.
Infatti il malvagio Sarousch, proprietario del circo e mago della stregoneria progetta di rubare "La Fidèle", la famosa campana della cattedrale.
Zefir, il figlio di Esmeralda, tenta di fermarlo, ma scompare pure lui.
Allora Quasimodo si mette sulle tracce del ragazzo e della campana e riuscirà a liberare entrambi,

Impressioni
Il dvd racconta questa leggendaria avventura immersa nella musica, l'allegra e la magia.
Il messaggio che emerge, a mio avviso, è la forza interiore di seguire il proprio cuore.
Infatti Quasimodo seguirà il suo istinto imparando ad andare al di là delle apparenze lasciandosi guidare dalla fiducia.
Quindi la storia ci invita a scoprire la bellezza che è dentro ad ognuno di noi.
Il film non ha avuto un'accoglienza positiva dalla critica che lo ha un po' stroncato.
Senz'altro è meno toccante e ispirato del primo Gobbo di Notre Dame che si rifà al capolavoro di Victor Hugo.
In questo dvd siamo di fronte ad un mossa commerciale della Disney per cavalcare l'onda del successo della precedente pellicola.

Però si possono salvare i valori che collegano entrambi i film come la tolleranza, la coesistenza tra mondi diversi e la capacità di vedere oltre le apparenze.
Il sequel, come accade solitamente, non può essere paragonato all'originale, ma, nel complesso, risulta apprezzabile soprattutto per la famiglia.
La confezione include contenuti speciali:
- Il festival del divertimento - set top game -
- Dietro le quinte musicale con Jennifer Love Hewitt
- "Una vita da Gargoyle" - non è facile essere un Gargoyle -
- Speciale art attack - come realizzare un apriporta in stile Gairgoyle-.
Nel complesso un prodotto accettabile anche se non a livello del precedente Gobbo di Notre Dame.

Commenta il post