Robert A. Heinlein: STRANIERO IN TERRA STRANIERA

Pubblicato il da ricarolricecitocororo - il mio canto libero

Si tratta di un libro, già best-seller, che ha avuto notevole successo negli anni Sessanta. Ora ritorna in libreria in una nuova edizione e trasmette ancora tutto il suo fascino. 
Il titolo, una citazione biblica riferita a Mosè, vuole essere una sfida alle consuetudini sociali. 
Il testo, scritto in un contesto di cambiamento epocale, vuole affrontare temi di libertà come quella sessuale. Infatti la storia narra di Valentine Michael Smith, un umano allevato su Marte che ritorna sul nostro pianeta. 
Il personaggio porta sulla terra usi e costumi molto più libertari e con il suo modo di agire critica i comportamenti umani rispetto al denaro, alla monogamia e alla paura della morte. 
Quindi il romanzo, a mio avviso, vuole avere un intento didattico. 
Il protagonista porta il suo modo di vedere le cose in maniera dirompente nei confronti della morale terrestre. 
Non conosce il concetto di femminile, ne di religione, quindi, esplorando il senso morale degli uomini, porta delle nuove concezioni e fonda una chiesa dove predica la libertà sessuale. Dovrà però affrontare la sorte riservata ad ogni Messia. 

Con tag Libri

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post