INSONNIA d'AMORE (Sleepless in Seattle)

Pubblicato il da ricarolricecitocororo - il mio canto libero

Insonnia d'amore (Sleepless in Seattle) è un film del 1993 diretto da Nora Ephron, con protagonisti Tom Hanks e Meg Ryan.
La regista americana riesce a costruire una storia suggestiva che, sceneggiata con astuzia, riesce a fare presa sul pubblico.
Assistiamo alle vite separate dei due protagonisti. 
Annie è una giornalista e vive a Baltimora, lui, architetto, a Seattle.
L'innamoramento avviene casualmente, quando la donna ascolta una trasmissione radiofonica a cui partecipa l'uomo che parla della sua situazione di vedovo. 
Suo figlio desidera avere una nuova madre e Annie ne è profondamente colpita. 
Il film sui buoni sentimenti di una storia studiata ad hoc e riesce ad avere un grande successo.

Impressioni
Nel complesso una storia affascinante, dal sapore un po' retrò, dove il vero protagonista è il caso, il destino che tutto sconvolge e sistema...
Meg Ryan-Annie risulta irreale, ma anche molto amabile nella sua spensieratezza e dolcezza infantile.
Tom Hanks-Sam appare misurato e malinconico e rappresenta a tutto tondo la banalità del dolore quotidiano.
Grazie al suo modo semplice e diretto, senza cadere nella retorica, con cui parla di sentimenti universali è destinato ad essere uno dei film sempreverdi.
Il lavoro è stato inoltre confezionato con eleganza e grande maestria, nonostante sia imperniato sulla leggerezza di una commedia.
Quindi da una regista come Nora, così ispirata in quegli anni, non poteva che nascere un perfetto assemblaggio di accattivante sentimentalità.
Il film scorre molto bene con ritmo e sorprese, a volte un po' buonista dove non ce n'è assolutamente bisogno.
Da sottolineare la splendida colonna sonora di Henry Connick jr. che è ormai da considerare un classico intramontabile.
La visione è quindi piacevole e godibile anche se ci sono alcuni momenti un po' piatti.
Insomma un buon film che cerca di strappare qualche lacrima in una commedia arguta, garbata e con un'ottima colonna musicale.

 

 

Commenta il post