Il coraggio della verità (Courage Under Fire)

Pubblicato il da ricarolricecitocororo - il mio canto libero

Edward Zwick mette a tema il dramma di una domanda che pone in evidenza come la ricerca di una verità oggettiva si scontra sempre con tanti punti di vista soggettivi. La vicenda del film si svolge attraverso l'inchiesta del colonnello Serling (Denzel Washington), a cui spetta constatare se il capitano Karen Emma Walden (Meg Ryan), caduta sul campo nelle confuse fasi di un'azione di guerra, sia onorabile o meno di decorazione con valore militare. Cos'è realmente accaduto e chi ne è autentico testimone? Serling riesamina, si interroga, scruta, si trascina il dramma di quel 25 febbraio. Il film ritorna continuamente su quegli avvenimenti riascoltando la testimonianza dei vari testimoni. Però il film vuole portarci a comprendere che l'unico vero giudice sembra essere ognuno di noi. La Guerra del Golfo fa da cornice a questa "storia di uomini" (prima ancora che soldati). Tuttavia la vicenda non sembra sempre svolgersi con fluidità, stenta un po' a decollare, anche se rimane la grandezza degli interpreti. L'unico possibile punto di raccordo è il protagonista, nella cui indagine e l'intricato sovrapporsi degli eventi sembra riprendere definitivamente il filo.

Impressioni

Denzel si rivela sempre strepitoso e riesce a far emergere, nell' interpretazione del colonnello, la sua partecipazione molto sentita all'impiego operativo durante la guerra del golfo. D'altro canto emerge l'infinita trama delle regole e degli ordini che circondano il mondo militare. Il film passa da scene calme e tranquille ai ricordi terribili della guerra con flash-back molo efficaci. Nel complesso viene evidenziato il coraggio di un uomo che vuole onorare veramente il capitano Walton. La sua ricerca di verità si scontra però con la solita rigidità delle gerarchie militari e con la consueta tecnica dell'insabbiamento. La storia è quindi avvincente e ricca di spunti di riflessione.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post