CHARLIE PARKER WITH STRINGS: THE MASTER TAKES

Pubblicato il da ricarolricecitocororo - il mio canto libero

L'album Charlie Parker with Strings (The Master Takes), With Strings (The Master Takes) realizzato da Charlie Parker e orchestra di genere Jazz Instrument, produttore Norman Granz, pubblicato nel 1995, è uscito nel 2007 per la Casa discografica: Verve.

Titoli -  1.: Just Friends  - 2.: Everything Happens To Me  - 3.: April In Paris  - 4.: Summertime  - 5.: I Didn't Know What Time It Was  - 6.: If I Should Lose You  - 7.: Dancing In The Dark  - 8.: Out Of Nowhere  - 9.: Laura  - 10.: East Of The Sun (And West Of The Moon)  . 11.: They Can't Take That Away From Me  - 12.: Easy To Love  - 13.: I'm In The Mood For Love  - 14.: I'll Remember April  - 15.: What Is This Thing Called Love  - 16.: April In Paris  - 17.: Repetition  - 18.: Easy To Love  - 19.: Rocker (I'll Remember April)  - 20.: Temptation  - 21.: Lover  - 22.: Autumn In New York  - 23.: Stella By Starlight  - 24.: Repetition.

Impressioni -  Charlie Parker with Strings: The Master Takes è un album compilation del musicista jazz Charlie Parker, pubblicato dalla Verve Records nel gennaio 1995. Costituito da una scelta di incisioni realizzate in studio, l'album è stato originariamente eseguito , dalla Mercury Records, in due LP negli anni cinquanta dalla Mercury Records. Le registrazioni erano totalmente atipiche perché immerse in una sezione orchestrale d'archi e una sezione ritmica jazz anziché il solito quintetto bebop. Questi dischi, con gli archi e con arrangiamenti un po' sdolcinati, riuscirono però a conquistare il pubblico e furono i maggiori successi commerciali in vita per Parker. Questo lavoro si è potuto realizzare grazie al produttore Nroman Granz con cui Parker esaudì un suo antico desiderio di registrare insieme ad una sezione d'archi di stampo classico. Venne quindi pianificato di pubblicare i brani incisi in una serie di album chiamati "With Strings" ("Con gli archi"). Le sedute in studio del 30 novembre 1949 diedero origine al primo album intitolato Charlie Parker With Strings (Mercury MG-35010), costituito da 6 tracce in totale, tutti celebri standard di musica statunitense. Il successo riscosso dal primo album portò ad altre sessioni aggiuntive in studio il 5 luglio 1950, risultanti in un altro LP intitolato sempre Charlie Parker With Strings (Mercury MGC-109), consistente in otto tracce, anche qui tutti standard musicali. Nel 1995, la Verve Records ristampò queste quattordici tracce in formato compact disc, includendo altri dieci brani come bonus track ed è questo l'attuale CD. Tra i brani cinque provengono da un concerto alla Carnegie Hall tenuto da Parker il 17 settembre 1950; quattro da una sessione in studio del gennaio 1952, e l'ultima dalla limited edition dell'album The Jazz Scene di Granz registrato alla Carnegie Hall nel dicembre 1947 con Neal Hefti. Siamo di fronte, a mio avviso, ad un jazz molto dolce e soft. Si tratta di un ottima musica come sottofondo. Però, effettivamente, gli archi regalano splendide melodie che poco hanno a che fare con il sapore autentico del Jazz. Nel complesso però si tratta di un interessante lavoro che merita attenzione dove, sopra tutti emerge in maniera suprema e impeccabile, il sax alto di Charlie.

Commenta il post