Mongo Santamaria: Sabroso!/Mas Sabroso

Pubblicato il da ricarolricecitocororo - il mio canto libero

 Mongo Santamaria: Sabroso!/Mas Sabroso

L'album Sabroso!/Mas Sabroso di Mongo Santamaria, di jazz latino, è uscito nel 2012 per la Casa discografica: Malanga Music.

Titoli, autori e Performer
1 Que Maravilloso di Rudy Calzado - Mongo Santamaria - 2:43;
2 En la Felicidad - Mongo Santamaria - 2:04;
3 Pachanga Pa' Ti - Mongo Santamaria 2:21;
4 Tulibamba di Mongo Santamaria - Mongo Santamaria - 3:58;
5 Mambo de Cuco di Nicholas Martinez - Mongo Santamaria - 3:50;
6 El Bote di Armando Peraza - Mongo Santamaria - 3:56;
7 Pito Pito di Mongo Santamaria - Mongo Santamaria - 2:43;
8 Guaguanco Mania di Mongo Santamaria - Mongo Santamaria - 2:30;
9 Ja, Ja-Ja - Mongo Santamaria - 3:00;
10 Tula Hula di Armando Peraza - Mongo Santamaria - 2:30;
11 Dimeolo - Mongo Santamaria - 2:32 Rdio;
12 A La Luna Me Voy di Miguel Hernández - Mongo Santamaria - 3:05;
13 Para Ti di Mongo Santamaria - Mongo Santamaria - 6:02.

Impressioni

Per comprendere la musica di Mongo Santamaria bisogna bisogna ripercorrere le tappe fondamentali della sua vita.
Nato a l'Avana nel 1922 si è spento a Miami nel 2003.
Negli anni cinquanta si trasferì a New york dove suonò a fianco di molti grandi del jazz, del calibro di Perez Prado, Tito Puente, Cal Tjader, Fania All Stars.
Mongo, soprannominato el hombre de la mano dura, è stato il capostipite della fusione fra i ritmi afrocubani, l'R&B ed il soul, aprendo così la strada all'era del boogaloo negli anni sessanta.
E' stato leader di varie band dove si univa la charanga tradizionale con ottoni jazz oriented.
Ha collaborato con giovani talenti che poi avrebbero avuto un grande futuro come Chick Corea e Hubert Laws.
La sua carriera parte però dall'Avana dove suonava al mitico cabaret Tropicana.
Le prime registrazioni significative del su percorso sono però quelle effettuate a New York con il suo album "Yambù" della Fantasy nel 1958.
L'anno successivo con "Mongo", sempre della Fantasy Record, raggiunge il successo attraverso il brano "Afro-Blue", uno standard jazz latino, ripreso da John Coltrane, Dizzy Gillespie e altri.
Altro brano sacro della sua carriera che lo incorona nel 1963 è "Watermelon Man".
Negli anni settanta il successo continua con il suo stile inconfondibile in cui mescola jazz, R & B e musica latina
Nel momento in cui è stato registrato Sabroso, il gruppo di Mongo Santamaria era essenzialmente una band charanga con due trombe aggiunti, una combinazione che funzionava abbastanza bene.
Il gruppo ha poi aggiunto Jose "Chombo" Silva con il suo violino che ha contribuito a rendere il brano "Para Ti" un classico.
Significativo anche l'ingresso di due trombettieri poco conosciuti, ma di talento come Louis Valizan e Marcus Cabuto.
Inoltre gli altri elementi della band sono il grande flautista Rolando Lozano, il pianista Rene Hernandez, il bassista Victor Venegas e Willie Bobo alla batteria.
Pete Escovedo è uno dei cantanti di fondo, mentre il famoso Rudi Calzado prende il comando su un paio di numeri, ma non domina.
Nel complesso siamo di fronte ad una splendida musica insieme gioiosa e contagiosa.
Che dire infine, Mongo Santamaria ha goduto di una lunga e fortunata carriera nella musica latina, con numerose registrazioni condite di riti religiosi afro-cubani e rielaborazioni di latin-jazz del jazz americano più puro lasciandoci molte canzoni di successo.
In questi brani sebbene si sentano le sonorità della musica più tradizionale cubana, emerge lo stile jazzistico di Mongo insieme alle sue performance insuperabili alle percussioni.

Commenta il post