Shorty Rogers: Swinging Mr. Rogers

Pubblicato il da ricarolricecitocororo - il mio canto libero

Shorty Rogers: Swinging Mr. Rogers

L'album Swinging Mr. Rogers di Genere: Jazz Instrument, pubblicato nel 1955, è uscito nel 2011 per la Casa discografica: Harmonia Mundi


Tracklist
A1 Isn't It Romantic Written-By – Lorenz Hart, Richard Rodgers 5:42
A2 Trickleydidlier Written-By – Shorty Rogers 4:38
A3 Oh Play That Thing Written-By – Shorty Rogers 6:29
A4 Not Really The Blues Written-By – Johnny Mandel 4:56
B1 Martians Go Home Written-By – Shorty Rogers 7:52
B2 My Heart Stood Still Written-By – Lorenz Hart, Richard Rodgers 6:08
B3 Michele's Meditation Written-By – Shorty Rogers 3:54
B4 That's What I'm Talkin' 'Bout Written-By – Shorty Rogers

Musicisti
Art Direction – Bob Defrin
Artwork By [Hand Coloring] – Curtice Taylor
Bass – Curtis Counce
Clarinet, Tenor Saxophone, Baritone Saxophone – Jimmy Giuffre
Drums – Shelly Manne
Engineer – John Palladino
Liner Notes, Supervised By – Nesuhi Ertegun
Other [Jazzlore Series Coordinator] – Ilhan Mimaroglu
Photography By – Chuck Stewart
Piano – Pete Jolly
Producer – Nesuhi Ertegun
Remastered By – George Piros
Trumpet – Shorty Rogers


Impressioni
Siamo di fronte alla magia della tromba di Shorty Rogers.
Per capire la sua musica e il suo talento bisogna ripercorrere la sua vita.
Shorty Rogers, il cui vero nome era Milton Michael Rajonsky, nato a Great Barrington in Massachusetts nel 1924, è stato un trombettista, compositore, arrangiatore e direttore d'orchestra statunitense di musica jazz.
Dopo i suoi studi musicali la prima esperienza professionale risale al 1942 in seno all'orchestra di Will Bradley, in seguito nella band di Red Norvo (1943), nell'orchestra di Woody Herman, con Charlie Barnet (1947), nuovamente nel secondo gruppo di Woody Herman (1947-1949) e con Stan Kenton (1950-1951)
Collabora con grandi jazzisti di quel periodo come Howard Rumsey, Jimmy Giuffre, Shelly Manne con cui fonda un proprio gruppo chiamato The Giants.
Significativa anche la sua attività discografica, infatti ricopre contemporaneamente incarichi presso alcune case discografiche sia come direttore musicale (alla Atlantic Records) che come produttore (RCA Victor).
Non va dimentiato però il suo genio creativo come compositore, famose sono alcune colonne sonore di film come "L'uomo dal braccio d'oro" e di telefilm come "Starsky & Hutch".
Ritornerà a suonare in prima persona dall'inizio degli anni ottanta fino alla sua scomparsa, nel 1989 riforma con Bud Shank i Lighthouse All Stars.
Si spegne nel 1994 a Van Nuys in California.
Questo album ha una delle più belle registrazioni di insieme del grande trombettista Shorty Rogers negli anni '50.
Il prestigioso lavoro si è salvato grazie alla prima ristampa della casa Mosaico su CD in un cofanetto.
Jimmy Giuffre (al clarinetto, tenore e baritono), il pianista Pete Jolly, il bassista Curtis Counce e il batterista Shelly Manne sono una aggiunta di grande qualità alle varie performance.
L'insieme dei musicisti riesce a regalare grandi emozioni su una serie una serie ben strutturata, coerente e interessante di brani top.
Si tratta veramente del Jazz per eccellenza, siamo di fronte a pezzi mitici che hanno fatto la storia...

Commenta il post