Paquito d'Rivera: Tropicana Nights

Pubblicato il da ricarolricecitocororo - il mio canto libero

Paquito d'Rivera: Tropicana Nights

Un album di Paquito d'Rivera del 1999 dedicato al famoso Cabaret Tropicana dell'Avana.

Titoli
1.: Mambo a la Kenton
2.: Chucho
3.: Cicuta Tibia
4.: Siboney
5.: Old Miami Sax
6.: Tropicana Nights
7.: Sustancia
8.: Como Fue
9.: El Coronel y Marina
10.: Mambo Inn
11.: A Mi Que / El Manisero (The Peanut Vendor)

Impressioni
Musicista, compositore, direttore sassofonista e clarinettista, nato a l'Avana nekl 1948.
Fin da piccolo comincia a suonare il sax guidato dal padre Tito.
E' subito amore per il Jazz a cui dedica la vita.
L'incontro con un altro grande musicista cubano come Chucho Valdés avviene in giovane sui banchi del Conservatorio dell'Avana.
Paquito nel 1967 fonda con Valdés l'orchestra cubana di musica moderna e ne diviene il direttore artistico.
Qualche anno dopo, sempre con Valdés e Arturo Sandoval, partecipa alla creazione del gruppo di jazz cubano "Irakere".
Nel 1976 registra in duo con il bassista danese Niels Pedersen un disco molto interessante.
Data fondamentale della vita di D'Rivera è il 1980 quando decide di espatriare da Cuba per stabilirsi a New York.
Nella Grande Mela lavora con McCoy Tyner, Dizzy Gillespie, George Coleman, Tito Puente e Astor Piazzolla.
Dirige la sua band Havana/New York Ensemble che diviene una fucina di giovani talenti come Michel Camilo, Danilo Perez, Hilton Ruiz e Claudio Roditi.
Il 1989 è l'anno in cui Paquito entra nell'orchestra delle Nazioni Uniti diretta da Dizzy Gillespie, di cui, quattro anni dopo, ne assume la guida.
Nello stesso anno mette insieme i musicisti cubani degli ultimi quarant'anni e nel 1994 ricolloca nella storia il pianista cubano Bebo Valdés attribuendogli i giusti meriti.
Nel 1995 incide con il Caribbean Jazz Project.
Il 1999 è l'anno in cui Paquito D'Rivera pubblica l'autobiografia "Mi vida saxual", il libro di memorie del geniale uomo del sassofono.
Questo album vuole celebrare il famoso Cabaret Tropicana dell'Avana, "un paraiso bajo las estrellas".
Il locale ha avuto grande risalto negli anni cinquanta per la vita notturna della capitale cubana.
D'Rivera con altri ottimi musicisti mette in risalto la musica tipica di quegli anni.
Il primo brano "Mambo a la Kenton", composto da Armando Romeu che ha diretto l'Orchestra Tropicana mette subito nel vivo delle splendide sonorità delle big band anni cinquanta
Il cha cha "Old sax Miami" con la sezione sax su cui primeggia Paquito ne mette in mostra il suo virtuosismo eccellente.
Tutti i brani evocano una passione per il mitico Tropicana di Cuba dove il jazz latino ha avuto grande risalto.
Le note di copertina del CD sono molto interessanti e informano sulla storia del Tropicana.
Un Album piacevole e una musica di grande effetto.

Commenta il post